Volete suonare per strada?
Ecco alcune regole a cui dovrete sottostare assolutamente, per il resto sta al vostro buon senso!

Pubblichiamo per intero l'Art.28 del Regolamento di Polizia Urbana


Artisti di strada
1. Si intendono per artisti di strada coloro che svolgono l’attività su suolo pubblico o ad uso
pubblico, senza l’impiego di palcoscenico, di platea e apprezzabili attrezzature, tramite
espressioni artistiche di carattere musicale, teatrale, figurativo ed espressivo allo scopo di
divertire ed intrattenere i passanti ed il cui compenso è lasciato alla libera offerta dello
spettatore (giocolieri, mimi, danzatori, saltimbanchi, cantanti, suonatori, musicisti, ritrattisti,
o similari) e conseguentemente non sono soggetti all’autorizzazione di cui all’art. 69 del T.U.L.P.S..
2. Lo svolgimento dell’attività degli artisti di strada è consentito di norma in tutto il territorio
comunale con i limiti e le modalità eventualmente indicate dall’Amministrazione Comunale. Le
presenti attività non possono essere svolte:
a) davanti alle entrate di chiese o edifici di culto negli orari delle funzioni;
b) in prossimità di strutture sanitarie o assistenziali;
c) in prossimità di scuole negli orari di fruizione delle stesse;
d) nelle aree e piazze di pregio storico e monumentale individuate con delibera della Giunta;
e) tra le ore 22.00 e le ore 9.00.
3. L’esercizio dell’attività degli artisti di strada è consentito per un massimo di sessanta (60)
minuti nello stesso luogo
, intendendo per “stesso luogo” la stessa strada, piazza o strada/piazza
contigua.
4. I soggetti di cui al comma 1, nell'esercizio della loro attività, non possono usare
amplificatori
, e devono osservare ogni disposizione dettata dal Comune per la tutela della
quiete pubblica e della sicurezza stradale.
5. Il Sindaco con propria ordinanza può stabilire, anche in deroga, gli orari di svolgimento delle
attività degli artisti di strada, in considerazione della stagione, del luogo o della particolarità
dell'attività.
6. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa
pecuniaria del pagamento di una somma da euro 300,00 a euro 500,00. In ogni caso l’organo
di polizia che ha accertato la violazione intima al trasgressore di far cessare il disturbo. In caso
di inottemperanza all’ordine impartito si procederà a termini di legge.

Per consultare il regolamento integrale vai>>